studiare-anatomia-test-medicina
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram

Devi studiare anatomia e non sai come procedere? Non riesci ad imparare a memoria infiniti nomi di ossa, muscoli ed organi?

Posso aiutarti 😉

Io non sono nato in Italia. Mi trasferii dal Pakistan all’età di 11 anni.

Non sapevo una parola di italiano.

Quindi sì, se il tuo problema è l’anatomia per il test di ammissione, ti capisco, è noioso imparare nomi a memoria.

Davvero, ti capisco.

Io (e molto probabilmente anche tu) non riesco ad imparare a memoria informazioni così “dure”.

Cosa intendo?

Te lo faccio capire con un esempio.

Esempio 1:

Oh ma lo sai che ieri alla radio c’era quella famosa cantante!

Chi?

Cavoli, non ricordo… Ah, sì! Ulna!

Ah Ulna! Ha una voce *.*

Praticamente, Ulna diceva che Omero era un grande poeta che ha vissuto per molti anni della sua vita a Carpi.
Durante questi suoi anni di vita a Carpi gli è capitato di vedere, soprattutto di notte, diversi trapezi, affiancati dal tipico insulto di quei tempi: “sei proprio uno scafoide!”.

Esempio due:

Omero, Radio, Ulna, Carpo, Scafoide, Capitato…

Cosa cambia tra i due esempi?

Il primo esempio ha un contesto, e durante la lettura sei emotivamente coinvolto. Il secondo esempio è una lista, e le liste interessanti sono solo quelle delle graduatorie 😛

Purtroppo, per Anatomia, non puoi creare storielle, perché non solo devi ricordare le parole, ma devi anche associarle!

Quindi l’apprendimento di nozioni di Anatomia va suddiviso in due processi: ricordo ed associazione.

Per ricordare basta ripetere.

E per associare?

Basta ripetere 😛

Basta ripetere l’associazione.

Sì, grazie Sher. E questo a me cosa interessa?

Ti spiego subito, solo un po’ di pazienza.

Più l’immagine (mentale o non) è forte, più ti ricorderai l’associazione. E’ così!

Quindi per studiare Anatomia, e per ricordare in vista del test di ammissione, non puoi fare riferimento ad immagini in bianco e nero.

Vediamo quindi come organizzare il tuo studio e dove studiare anatomia in maniera efficace!

Let’s go!

studiare anatomia

Studiare anatomia: i 3 step importanti.

Andiamo a vedere i tre step fondamentali che devi applicare per uno studio efficace di anatomia!

  1. Suddivisione orizzontale e verticale.
  2. Associazione visiva.
  3. Ripetizione.

Step 1: per il test vuoi studiare prima l’anatomia dei muscoli, dello scheletro o degli organi?

Cos’è, non te lo sei mai chiesto?

Il mio consiglio: parti dallo scheletro, passa dai muscoli e poi finisci con gli organi.

Questa è una suddivisione orizzontale.

E quella verticale?

Semplice: un distretto alla volta dall’alto verso il basso.

Esempio: capo, tronco, bacino, ecc… ecc…

Studierai quindi prima le ossa del capo, poi del tronco, poi del bacino, ecc… ecc…

Consiglio bonus 1: i giorni che hai a disposizione dividili per tre. Il numero che ottieni è il numero di giorni che devi dedicare ad ogni suddivisione orizzontale.

Hai 30 giorni? Dividendo per tre ottieni come risultato 10.

Userai 10 giorni per studiare l’anatomia dello scheletro, 10 per i muscoli e 10 per gli organi.

E’ possibile che il numero di giorni necessari non sia omogeneo e, ad esempio per i muscoli, tu debba aver bisogno di 14 giorni.

Inizia a dividere! Poi man mano che andrai avanti ti adeguerai al ritmo!

Consiglio bonus 2: dividi come più ti piace i distretti anatomici dall’alto verso il basso (come nell’esempio precedente: capo, tronco, bacino, ecc…) e distribuiscili nei giorni che hai a disposizione.

Consiglio bonus 3, un piccolo segreto per il successo: per adesso abbiamo parlato di giorni, ma ti consiglio di ragionare in termini di ore. Cioè decidi le ore che vuoi dedicare a ciascuna suddivisione orizzontale e verticale!

Eh ma Sher, come faccio a sapere quanto tempo mi serve?

Beh, è facile: prova!

Già dal primo giorno (o le prime ore) capirai se la tua suddivisione è efficace, o se devi aumentare/diminuire il numero di ore.

Però diciamoci la verità: non puoi pretendere di imparare tutta la anatomia in 2 ore. Quindi, se non hai tempo, fai quello che riesci, ma fai qualcosa!

Step 2: imparare anatomia per associazione visiva.

Prendiamo come esempio di suddivisione orizzontale lo scheletro e come suddivisione verticale l’arto superiore.

Devi imparare le ossa del braccio e avambraccio, ad esempio: omero, radio e ulna.

Ti servono due cose importanti:

  1. I nomi delle ossa (che in questo casi te li ho detti io).
  2. Uno scheletro dove siano indicate le ossa.

Queste due cose sono contenute in quello che si chiama “atlante di anatomia”.

Hai due possibilità:

1) Atlante online.

2) Atlante cartaceo.

+ uno scheletro vero da poter toccare (e per fare il pro :P)

Allora: mentre gli atlanti online sono spesso gratuiti, un atlante cartaceo serio costa, e costa tanto.

Cerchiamo di capire bene come procedere!

Atlante di anatomia online: gratis!

Il vantaggio più grande degli atlanti online è il fatto che sono in 3d, colorati e hanno diverse features (sezioni, isolamento di un distretto, ecc.. ecc…)  che possono incentivare la memorizzazione visiva.

Ma quali usare? C’è l’imbarazzo della scelta!

Ti lascio alcuni links:

Anatomy Learning: http://www.anatomylearning.com/en/

Biodigital: https://www.biodigital.com/

Zygotebody: https://zygotebody.com/

Visibile Body: https://www.visiblebody.com/

Atlante di anatomia cartaceo: attenzione!

Ad un primo impatto ti direi: non ti serve.

Ma riflettiamo assieme!

Dopo il test, una volta dentro, dovrai sostenere un esame di anatomia e, a prescindere dall’esame di anatomia, nella tua carriera lavorativa, un atlante di anatomia cartaceo è un must!

Dunque: un atlante cartaceo ti servirà sia negli anni accademici che lavorativi.

Quindi perché non anticipare l’acquisto ed iniziare a dare un’occhiata sfruttando tale atlante anche per il test?

Ripeto: una volta dentro, dovrai comunque acquistarlo.

Ma la domanda più importante è: quale atlante di anatomia acquistare?

Come atlanti cartacei ho visto questi due principali concorrenti: Prometheus e Netter.

Quale atlante di anatomia acquistare?

E’ una scelta molto personale.

Non avere fretta!

Se hai già le idee chiare per il tuo futuro e hai denaro da investire, fallo pure adesso!

Se invece non sai quale atlante scegliere, ti consiglio di passare da una qualsiasi libreria universitaria e sfogliare tutti gli atlanti che vuoi.

Ti dico solo che se lo acquisti online paghi molti di meno (e gli atlanti costicchiano).

Intanto però vorrei darti la mia opinione personalissima, e ti consiglio di prestare attenzione a ciò che ti dico, a prescindere da quando procederai all’acquisto.

L’atlante Netter è qualcosa di tradizionale, ma è superato!

Non farti fregare quando ti verrà detto: compra questo perché lo usano tutti ed è il migliore!

(Proprio come i libri per il test. Tutti acquistano ciò che usa la maggioranza.)

Invece l’atlante Prometheus, soprattutto con i tre volumi separati, è l’atlante migliore che ci sia in circolazione a livello di qualità di immagine e non solo.

(Molti docenti, soprattutto a Medicina, non lo nominano neanche. Ti consiglio di valutarlo, davvero.)

Intanto ti lascio i links di Amazon dove potrai leggere le recensioni e sfogliare gli atlanti:

Link 1: Netter: Atlante di Anatomia Umana

Link 2: Prometheus: Atlante di Anatomia

Scheletro per studiare Anatomia: se lo avessi preso prima…

Ripetere tante volte una nozione e usando il senso della vista (per anatomia tramite gli atlanti, online o cartacei) sicuramente ti aiuterà molto, ma pensa che figata osservare i vari dettagli anatomici e toccare le strutture che stai studiando! 

Quando studierai per l’esame di anatomia sicuramente potrai usufruire del laboratorio di morfologia del tuo ateneo, e vedrai che saranno i docenti di anatomia stessi a consigliarti di studiare con le strutture anatomiche davanti.

Da studente di Fisioterapia, un corso di laurea dove lo studio dell’apparato scheletrico e muscolare si fa come in nessun altro corso, ti consiglio di procurarti uno scheletro.

Personalmente non avevo tempo di frequentare il laboratorio e questo mi faceva perdere altro tempo nello studio dell’apparato muscolo scheletrico.

(Odio studiare a memoria!)

Mi son detto: uso i miei risparmi e mi compro uno scheletro.

Quando cercai in rete rimasi sorpreso: gli scheletri costavano davvero poco! 

(O almeno io pensavo che costassero tipo 300 euro e passa.)

Decisi di acquistarne uno, e penso che tra tutte le spese che ho fatto in termini di libri e materiale per i miei studi universitari, lo scheletro sia stato il miglior investimento.

Se ti interessa, ecco lo scheletro che ho acquistato io:

Link: Modello Scheletro Umano 181 cm

E’ il migliore in termini di rapporto qualità prezzo che ho trovato.

L’uso dello scheletro ha fatto veramente la differenza nel capire i veri rapporti anatomici.

Se non puoi permetterti di acquistarne uno adesso, cerca di comprarne uno il prima possibile appena inizi gli studi. Mi ringrazierai! 😉

Studiare anatomia per il test. Quindi, in sintesi?

Essendo una scienza mnemonica, è davvero faticoso studiare anatomia senza usare i canali sensoriali che noi meravigliose creature umane abbiamo.

Quindi usa la vista tramite atlanti online o cartacei, e se puoi, usa anche il tatto tramite lo scheletro che ti ho consigliato.

Infine: non esiste la questione “quali sono le ossa più importanti per il test” o “quali sono i muscoli più importanti”.

Devi studiare anatomia per il test e si pretende da te almeno un livello di approfondimento di una scuola superiore. Studia quello che riesci. Ma fallo!

Un passo alla volta!

Affronta un problema alla volta e vedrai che andrà tutto bene. 

Se tutto ciò che hai letto nella guida ti è stato d’aiuto, ora dammi tu una mano!

Ecco come puoi farlo.

1) Condividendo questa guida con chiunque possa averne bisogno:

2) Lasciando un commento con i tuoi pareri qua in basso!

Un abbraccio,

Sheryaar

TEST DI MEDICINA - 36 CONSIGLI PRATICI (GUIDA).

Scarica ora la guida gratuita!

Leave a Reply

avatar
  Iscriviti  
Notifica di