stati della materia
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram

Stati della materia: quali sono e come distinguerli.

Osservando ciò che troviamo attorno a noi possiamo dire, senza dubbio, che c’è qualche diversità in tutto.
Dal punto di vista chimico e fisico la materia (quindi tutto ciò che ci circonda) può essere suddivisa in diversi stati; esistono infatti corpi solidi, come un bicchiere, un sasso, e corpi liquidi, come l’acqua, l’olio, la benzina.
Oltre allo stato fisico, solido e quello liquido esiste anche lo stato aeriforme.
Lo stato aeriforme, a sua volta, può essere suddiviso in gas e vapore.
Lo stato aeriforme è gas quando a temperatura e pressione ambiente si mantiene tale spontaneamente, ed è vapore quando viene ottenuto per riscaldamento di una sostanza che a temperatura e pressione ambiente si trova allo stato liquido o solido.

Ecco le caratteristiche principali dei tre stati della materia.
Solidi: forma e volume propri, e se sottoposti all’effetto della pressione, non si lasciano comprimere.
Liquidi: volume proprio ma la forma del recipiente che li contiene; sono incomprimibili.
Aeriformi: facilmente comprimibili e per questo motivo non hanno né forma né volumi propri, ma tendono ad occupare tutto il volume del recipiente che li contiene.

Curiosità: lasciando aperta una bottiglietta di profumo fuoriescono vapori, che vengono avvertiti dal nostro senso dell’olfatto. Infatti i profumi hanno elevata tendenza ad evaporare anche a temperatura ambiente. 

Consiglio: al test vengono spesso chieste le caratteristiche dei vari stati della materia. Un quiz al test su questo argomento significa regalare punti. Impara bene le caratteristiche principali che sono anche molto intuibili.

Leggi la miglior guida completa su come prepararsi per il test di ingresso.

 

TEST DI MEDICINA - 36 CONSIGLI PRATICI (GUIDA).

Scarica ora la guida contenente 36 consigli pratici per la preparazione la test di ammissione.

Leave a Reply

avatar
  Iscriviti  
Notifica di